XXXVIII PREMIO DESSÌ

Trionfo della Cultura e dell’Impegno Sociale: I Vincitori del Premio Letterario Giuseppe Dessì

Nel suggestivo scenario di Villacidro, cuore pulsante della cultura nel Sud Sardegna e terra d’origine dello stimato scrittore Giuseppe Dessì, si è celebrata la XXXVIII edizione del prestigioso Premio Letterario che porta il suo nome. Una serata dedicata alla letteratura, all’impegno sociale e alla valorizzazione della cultura, culminata con l’incoronazione dei vincitori nelle sezioni Narrativa e Poesia.

Ermanno Cavazzoni, con il suo romanzo coinvolgente intitolato Il gran bugiardo (La nave di Teseo), è stato insignito del titolo di vincitore nella sezione Narrativa. Allo stesso modo, Enrico Testa si è meritato l’ambito alloro per la sezione Poesia, grazie alla sua opera suggestiva L’erba di nessuno (Einaudi). Entrambi hanno brillato per la loro maestria nell’arte della parola e per la capacità di catturare l’immaginazione dei lettori.

L’evento di premiazione è stato impreziosito dalla presenza degli altri finalisti, autori di spicco nel panorama letterario contemporaneo: Paolo Febbraro con Come sempre. Scelta di poesie 1992-2022 (Elliot Edizioni), Umberto Fiori con Autoritratto automatico (Garzanti), Silvia Ballestra con La Sibilla. Vita di Joyce Lussu (Laterza) e Gennaro Serio con Ludmilla e il corvo (L’orma editore). La loro partecipazione ha ulteriormente arricchito l’atmosfera di eccellenza artistica che ha permeato l’intera cerimonia.

Un momento particolarmente commovente è stato l’assegnazione del Premio Speciale della Giuria alla rinomata Elena Cattaneo, figura di spicco nel campo della ricerca scientifica, impegnata con passione e dedizione nello studio delle cellule staminali e delle malattie neurodegenerative. Il gesto nobile di devolvere il premio a un’organizzazione no-profit per sostenere le persone affette dalla malattia di Huntington ha testimoniato il suo impegno sociale e la sua generosità.

Il Premio Speciale della Fondazione di Sardegna è stato conferito al giornalista Lucio Caracciolo, un’icona nel campo del giornalismo indipendente, riconosciuto per il suo lavoro di grande valore informativo attraverso la rivista Limes. La sua visione ampia e approfondita della geopolitica ha reso il suo contributo un faro nel panorama giornalistico italiano.

Una menzione speciale è stato attribuito al libro Un giorno all’improvviso: I racconti delle donne al tempo del Covid, curato da Giulia Giornaliste Sardegna. Attraverso le testimonianze di sedici donne durante il lockdown, questo volume ha rappresentato un mosaico autentico delle sfide affrontate da donne coraggiose, dando voce a una parte significativa della società in un momento cruciale della storia recente.

La selezione dei vincitori è stata guidata da una giuria di esperti presieduta da Anna Dolfi, eminenti studiosi dell’opera di Dessì, con la partecipazione di illustri membri del panorama culturale italiano.

Il Premio Dessì non solo celebra l’eccellenza letteraria, ma sottolinea anche l’importanza della cultura e dell’impegno sociale in un’epoca in cui la superficialità e le fake news sembrano spesso prendere il sopravvento. Ogni vincitore e finalista si unisce a un albo d’oro che annovera nomi illustri della letteratura e della poesia, contribuendo così a mantenere vivo il patrimonio culturale italiano.

Quest’anno, la Fondazione Dessì ha ancora una volta offerto una piattaforma prestigiosa per onorare chi, attraverso il proprio impegno, arricchisce il tessuto culturale e sociale della nostra società. Un tributo meritato a coloro che, con la loro arte e dedizione, continuano a illuminare il cammino della letteratura e della cultura in Italia e nel mondo.

I vincitori della XXXV Edizione del Premio Dessì

Melania Mazzucco con L’architettrice, (Edito da Einaudi) per la narrativa, e Maurizio Cucchi con Sindrome del distacco e tregua, (Edito da Mondadori) per la poesia, sono i vincitori del trentacinquesimo Premio Letterario Giuseppe Dessì.

A Luciano Canfora il Premio speciale della giuria.

A Andrea Kerbaker ed a Renata Colorni il Premio speciale della Fondazione di Sardegna.

Gli eventi del trentacinquesimo Premio letterario terminano domani 27 settembre.

XXXVIII Edizione del Premio Letterario Giuseppe Dessì: Un’Avventura Autunnale nell’Arte e nella Cultura

È ufficialmente partita la XXXVIII edizione del prestigioso Premio Letterario Giuseppe Dessì, un’ode alla letteratura che celebra l’eredità dello scrittore sardo (1909-1977). Un premio organizzato dalla Fondazione Giuseppe Dessì con il contributo del Comune di Villacidro, dell’Assessorato Regionale della Pubblica Istruzione e Beni Culturali della Regione Autonoma della Sardegna e della Fondazione di Sardegna, e con il patrocinio del MiC – Ministero della Cultura e del GAL Linas Campidano.

Quest’anno, in una versione inedita e autunnale, il concorso si snoderà lungo tre mesi, coinvolgendo gli amanti della cultura in una serie di eventi che culmineranno nella cerimonia di premiazione il 25 novembre, presentata dal celebre Neri Marcorè.

Presso la Fondazione di Sardegna, durante una conferenza stampa il 28 settembre, sono stati svelati i nomi dei finalisti e dei vincitori dei prestigiosi Premi Speciali.

Il Premio Speciale della Giuria è stato conferito alla rinomata farmacologa e senatrice a vita Elena Cattaneo, riconoscendo il suo eccezionale contributo nel campo.

Il Premio Speciale della Fondazione di Sardegna è stato invece assegnato a Lucio Caracciolo, onorando il valore del suo lavoro giornalistico attraverso la rivista Limes.

Nella sezione narrativa, i finalisti che hanno catturato l’attenzione della giuria sono:

– Ermanno Cavazzoni con “Il gran bugiardo”, pubblicato da La nave di Teseo.
– Gennaro Serio con “Ludmilla e il corvo”, edito da L’Orma editore.
– Silvia Ballestra con “La Sibilla Vita di Joyce Lussu”, disponibile grazie a Laterza.

La sezione poesia vede invece come finalisti:

– Paolo Febbraro con “Come sempre Scelta di poesie 1992-2022”, pubblicato da Elliot.
– Umberto Fiori con “Autoritratto automatico”, un’opera emozionante di Garzanti.
– Enrico Testa con “L’erba di nessuno”, una creazione poetica firmata Einaudi.

Il 25 novembre, durante la cerimonia di premiazione, saranno annunciati i vincitori ufficiali di ciascuna categoria. Un appuntamento imperdibile per gli appassionati di letteratura e cultura.

Drammaturgia basata su “Paese d’Ombre” al Teatro Massimo il 3 Novembre 2022

Il prossimo 3 novembre, presso il Teatro Massimo (Sala M2), alle ore 21:00 , come primo appuntamento della rassegna Shanà Aleph, è possibile assistere alla Drammaturgia di Gianluca Medas “Paese d’ombre tratta dall’omonimo romanzo di Giuseppe Dessì.
Con Marta Proietti Orzella, Alessio Arippa, Valentino Pili, Sofia Quagliano, Alessandro Redegoso
Musiche dal vivo di Nicola Agus
Allestimento Marco Nateri
Assistente all’allestimento Patrizia Vacca
Aiuto regia Andrea Zucca
Regia di Gianluca Medas
Produzione: Figli d’Arte Medas in collaborazione con la Fondazione Giuseppe Dessì

Per l’accesso è necessario munirsi di biglietto acquistabile presso BOX OFFICE TICKETS.

Inoltre vi ricordiamo gli appuntamenti successivi:
dell’8 novembre: EU
Tratto dal romanzo Mammai Manna di Gianluca Medas
Evento performativo multimediale
con gli EU SEXTET;
del 18 novembre: Ecce Homo – 1984
Liberamente tratto da 1984 di Orwell ed Ecce Homo di Nietzsche
Drammaturgia di Gianluca Medas
in collaborazione con Artisti fuori posto
del 30 novembre: Doddore
La tragica vita di un visionario
Di e con Gianluca Medas

I vincitori della XXXVII Edizione del Premio Dessì

Fabio Stassi con Mastro Geppetto, (Edito da Sellerio) per la narrativa. e Valerio Magrelli con Exfanzia, (Edito da Einaudi) per la poesia, sono i vincitori del trentasettesimo Premio Letterario Giuseppe Dessì.

A Emma Dante il Premio Speciale della Giuria.

A Michele Placido e Matteo Collura il Premio speciale della Fondazione di Sardegna.

Gli eventi del trentasettesimo Premio letterario terminano il 25 settembre.

XXXVII Edizione Premio Dessì – Appuntamenti del 25 settembre 2022

Gli appuntamenti del 25 settembre 2022:

CASA DESSÌ PALESTRA VIA STAZIONE
h. 21:30 Le ragazze di Gauguin
Recital di e con Grazia Di Michele

Si consiglia di presentarsi almeno 15 minuti prima dell’inizio degli eventi.

Eventuali variazioni sul programma verranno tempestivamente comunicate sul sito ufficiale della Fondazione e sui canali social ufficiali.

XXXVII Edizione Premio Dessì – Appuntamenti del 24 settembre 2022

Gli appuntamenti del 24 settembre 2022:

PIAZZALE SA SPENDULA
h. 9:30 La battuta di caccia a Monte Mei: tra cascate, boschi
e “assaggi di miniera” sulle tracce di Angelo Uras
Trekking alla scoperta dei luoghi di Giuseppe Dessì
a cura di Maria Carmela Aru, Stefano Mais
e Maria Luisa Mura
con la collaborazione di Cosimo Frigau

AULA MAGNA LICEO PIGA
h. 10:30 Nicola Turi
presenta
Mi ha fatto ogni possibile domanda!
Quarantacinque interviste a Giuseppe Dessì (più una)
con la partecipazione di Giuseppe Marras

PALESTRA VIA STAZIONE
h. 18:00 Cerimonia di proclamazione e premiazione dei vincitori
del Premio Letterario Giuseppe Dessì 2022
Presenta Neri Marcorè
Intermezzi musicali di Matteo Leone

Il programma completo, con tutte le attività previste per le celebrazioni della trentasettesima edizione del Premio Letterario Giuseppe Dessì, è consultabile Online nella seguente pagina: Programma XXXVII Ed..
Oppure può essere scaricato in formato PDF: Programma (vers. PDF).

Si consiglia di presentarsi almeno 15 minuti prima dell’inizio degli eventi.

Eventuali variazioni sul programma verranno tempestivamente comunicate sul sito ufficiale della Fondazione e sui canali social ufficiali.